HER si racconta all’Accademia di Belle Arti di Foggia

Erma Pia Castriota in arte H.E.R., una delle artiste più accreditate nel campo musicale italiano ,un percorso ricco di live, riconoscimenti e collaborazioni. Affascinante, ambigua e sorprendente, la cantante e violinista pugliese dallo stile raffinato e sperimentale, che ha collaborato con artisti del calibro di Franco Battiato, Lucio Dalla ,Nidi d’Arac e Teresa De Sio… sonorità sospese tra l’avant-garde e le tentazioni pop, alternando brani del suo repertorio a cover di band anni 80 e non solo… passando da “Sweet dream” a “Pink martini”. Nata a S. Giovanni Rotondo (FG) dopo il diploma in violino al Conservatorio di Benevento e in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Foggia, H.E.R. debutta nel 93 a teatro firmando le musiche per “La bottega del caffè” di C. Goldoni con Leopoldo Mastelloni e l’anno seguente per i “Dialoghi mancati” di A. Tabucchi con Roberto Herlitzka. Nel 95 collabora con Giovanni Albanese alle scenografie del film “Silenzio si nasce” di G. Veronesi con Sergio Castellitto e Muna OstuniPaolo Rossi. Nel 96 interpreta il ruolo della “donna ideale” nel film “Cartoni animati” di Franco Citti, nel 98 collabora con il gruppo Restart alla colonna sonora del film Viol@ di D. Maiorca con Stefania Rocca e nel 99 partecipa alle musiche di Giuliano Taviani per il film “Fuori di me” di G. Zanasi. Intanto nel 97 entra stabilmente come violinista (e voce recitante) nella formazione Nidi D’Arac, gruppo dedito alla rivisitazione in chiave moderna della musica etnica salentina, con i quali incide i dischi “Minacarie” (mini cd) nel 98 e “Ronde Noe – Microchips sulla terra del rimorso” nel 99, entrambi per l’etichetta CNI, oltre a partecipare alla colonna sonora del film “Figli di Annibale” di David Ferrario e ad alcune compilation come “La notte del Dio che balla” (progetto diretto da Teresa De Sio nel 99) e “Fango” (progetto organizzato da Legambiente). Insieme ai Nidi D’Arac e Teresa De Sio partecipa ad importanti manifestazioni e rassegne musicali quali il Premio Tenco, “Il violino e la selce” a San Benedetto e il concerto del Primo Maggio a P.zza San Giovanni a Roma. Nel 2000 incide una sua personale versione di “Nessuno mi può giudicare” (il brano portato al successo da Caterina Caselli) nel disco ufficiale del “World Pride Roma 2000 (Hi Music) che segna il suo debutto discografico come solista. Noiz e di un contrabbasso. Nel novembre 2008 la sua sperimentazione ha nome Magma (Core EDEL). Un album inusuale, una sfida, la sua, con la grazia e la sfrontatezza propri di una grande artista. Da marzo 2010 collabora con il regista Luciano Melchionna nello spettacolo “Dignità autonome di prostituzione”, format originale e vincente, che inscena il “bordello dell’arte”, con tantissimi artisti che vendono le loro performance artistiche. E’ notizia di questi giorni di una sua collaborazione con Patrick Morrissey, ex frontman degli Smiths. Modera Tony Di Corcia



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*