Concerto di musica barocca nella Cattedrale di Manfredonia

Concerto di Musica barocca il 18 novembre 2017 presso la Chiesa Cattedrale di Manfredonia.

Programma 18 novembre Manfredonia

 MATTEO IMBRUNO

 

ANONIMO XXVII sec.

Diferencias sobre la gayta

 

GAETANO VALERY 1760-1822

Rondò

 

DOMENICO  ZIPOLI   1688-1726

Elevazione in Fa

 

GIOVANNI BATTISTA  CERVELLINI

Sonata in Fa

 

JOHANN  SEBASTIAN  BACH  1685-1750

Wer nur den lieben Gott läßt walten BWV 691

 

FABRITIO CAROSO 1527-1605

Il Ballarino

 

JOHANN CASPAR FERDINAND FISCHER 1670 -1746

“URANIA” (Musa dell’ Astronomia)

Praeludium / Allemande / Courrente / Sarabande / Gavotte / Menuet / Chaconne

 

BERNARDO PASQUINI 1637-1710

Variazioni per il Paggio Todesco

 

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL 1685-1759

Concerto in Judas Maccabaeus

Ouverture – Adagio – Allegretto – largo – Andante – Marche

 

 

Matteo Imbruno, organista titolare della  Oude Kerk di Amsterdam e del  museo “Hermitage Amsterdam”, ha studiato a Bologna, Rotterdam e Lubecca.

Concertista di fama interazionale si é esibito nei piú prestigiosi festival organistici  di tutto il mondo quali: Roma, Copenaghen, Stoccolma, Madrid, Londra, Berlino, Vienna, New York, San Francisco, Tokyo, Rio de Janeiro, ecc…. Ha inoltre suonato diverse volte a due organi con Gustav Leonhardt.

Viene spesso invitato a far parte delle giurie di concorsi organistici internazionali e gli sono affidati frequentemente corsi di specializzazione da numerose istituzioni musicali.

É stato professore ospite presso il conservatorio di Firenze, Monopoli, L’Aquila, Foggia, Pesaro, Fermo, Benevento, Buenos Aires, Rosario, Mendoza  (Argentina), Montevideo (Uruguay), Providence, Oberlin, New York e Phoenix (USA)

Ha inciso 8 CD e un DVD per diverse case discografiche, accolti molto favorevolmente dalla critica. Ha anche effettuato registrazioni per la BBC Radio Londra.

Inoltre é direttore artistico dell’Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia (I), del Concorso Organistico Internazionale “Jan Pieterszoon Sweelinck”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*