Cinque giovani rapinano anziano invalido: arrestati, i nomi

Nella notte di ieri, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manfredonia hanno tratto in arresto cinque giovani per tentato furto aggravato in concorso in abitazione. Già da qualche tempo i carabinieri erano impegnati in numerosi servizi notturni, anche con l’impiego di personale in abiti civili, volti al contrasto dei furti e delle rapine in abitazione durante la notte, che recentemente in città avevano fatto registrare un aumento, soprattutto a danno di persone anziane, rinforzandoli nella convinzione che i malintenzionati avrebbero potuto pensare di agire indisturbati approfittando dei festeggiamenti in occasione della festa delle donne, che avrebbero di sicuro impegnato nei controlli di traffico stradale e locali le Forze dell’Ordine.

E infatti, verso l’una della notte tra giovedì e venerdì, in via Tito Minniti i carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM di Manfredonia hanno notato la presenza sospetta di un gruppo di cinque giovani, nei pressi dell’abitazione di un 74enne invalido, che pochi giorni prima aveva segnalato la manomissione della telecamera di sorveglianza della propria abitazione. Per questo motivo, quindi, i militari si sono posizionati in modo da osservare, non visti, i movimenti dei cinque sospetti, i quali, dopo aver brevemente confabulato tra di loro, si sono disposti in modo da tenere sotto controllo l’intera area circostante, mentre uno, indossato un passamontagna, si è diretto proprio verso quella casa. I carabinieri hanno quindi potuto vedere il soggetto che, scavalcato il cancello di accesso, ha girato verso l’alto la telecamera di sorveglianza, che l’anziano aveva nel frattempo fatto risistemare, e, subito dopo, ha rotto un vetro della porta di accesso tentando di scardinarla con un grosso cacciavite, mentre i complici fungevano da palo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*